Creato nel 1846, il museo occupa l'antico palazzo dei vescovi di Cornovaglia adiacente alla cattedrale.

Due ali incorniciano la torre costruita per Claude de Rohan (1507), uno dei migliori esempi di architettura rinascimentale in Bretagna.
Ospita una magnifica scala rifinita con pannelli intagliati (stemmi, personaggi e animali fantastici), e la sala dell'affresco con la sua decorazione di trofei trompe-l'oeil. Al piano terra dell'ala del XVII secolo si trova l'antica cucina. Nell'ala completata nel 1776, gli appartamenti del vescovo si aprono su un balcone in ferro battuto che si affaccia sull'Odet. Il cortile è separato dal giardino da un chiostro neo-ottico con arcate recentemente decorate con ferro battuto.

Le collezioni
Il museo presenta una sintesi dell'archeologia, delle arti popolari e delle arti decorative del Finistère. Costituisce quindi un'introduzione alla scoperta del dipartimento. Il periodo preistorico (gioielli d'oro, ecc.) e il periodo antico (habitat e stile di vita in epoca gallo-romana) sono menzionati per primi. Le sale d'arte antica mostrano una collezione di vetri colorati, oggetti d'oro e d'argento e statuaria del Medioevo e del Rinascimento. Quattro sale sono dedicate ai costumi tradizionali e alla loro rappresentazione in pittura e scultura. Il tour traccia poi l'evoluzione dei mobili regionali dal XVII secolo agli anni '30. La visita si conclude con una retrospettiva della terracotta di Quimper (18°-20° secolo).

Clicca qui per accedere alla visita virtuale del Museo Dipartimentale Bretone !